CPanel

Associazione Amici Magnificat

Home Cremona
E-mail Print PDF

L’Associazione Amici del Magnificat festeggia gioiosamente il suo 10. anniversario -
Allievi e docenti dell’Istituto Magnificat a Cremona, Varese e Lugano dal 21 al 24 settembre 2018

Lugano, 24 settembre 2018 – Si è conclusa lunedì 24 settembre una tournée di concerti degli allievi dell’Istituto Magnificat Basel Awwad (pianoforte), Tamara Ghrayeb (violino), Sweem Tawil (violino), e Eleonora Lué (voce, soprano), accompagnati dai docenti Tanya Beltser (violino; responsabile dei corsi preaccademici presso l’istituto Magnificat), Maria Spitkovsky (pianoforte), e Giuliana Mettini (voce ; Vice-Direttrice dell’Istituto Magnificat).

Da Gerusalemme a Roma, passando dal Ticino
Settimanale cattolico A cura di don Italo Molinaro

filmato tournee_nord_italiaLa comitiva era pure accompagnata da P. Alberto Pari, ofm, Direttore Generale della scuola dal 2017. Allievi e docenti hanno dato due concerti, il primo sabato 22 settembre 2018 alle ore 21 a Villa Cagnola, Gazzada, Varese (I), e il secondo domenica 23 settembre 2018 alle ore 16 al Grand Hotel Villa Catagnola, Lugano (CH). L’edizione 2018 della tournée AAM del Magnificat era volutamente festiva : l’AAM festeggiava infatti il suo 10. anniversario da quando, esattamente il 20 settembre 2008, insieme al Fondatore dell’Istituto Magnificat, P. Armando Pierucci, Manuela Giacobone e Véronique Nebel firmarono l’atto di fondazione dell’Associazione, poi iscritta a Registro di Commercio del Canto Ticino (CH) il 3 ottobre 2008.

Già presenti in Italia dal 19 settembre 2018 per un concerto organizzato dal Dott. Antonio Aprile all’occasione del 20. Congresso dei Medici Fiasiatri italiani, studenti e docenti dell’Istituto Magnificat sono stati presi a carico dall’AAM il venerdì 21 settembre 2018. Un pulmino li ha portati da Ancona a Cremona, per una prima tappa culturale e musicale. A Cremona, il gruppo è stato raggiunto da alcuni rappresentanti dell’AAM, Manuela Giacobone e Véronique Nebel. Barbara Mazzoran, nata e cresciuta a Cremona ed ora residente a Lugano, membro dell’AAM, e la cugina di lei, Roberta Annese, pure presente a Cremona, avevano organizzato tutto il programma pomeridiano.

Il pranzo è stato proposto nell’antica locanda “Il Bissone” (http://anticalocandailbissone.yolasite.com/), fondata nel 1500, e da sempre frequentata da eccelsi violinisti, nonché da Giuseppe Verdi. Lì, tutti hanno potuto degustare, a seconda dei gusti, le molte, squisite specialità locali : antipasti e salumi vari, quali il crudo di Langhirano, salame cremonese, fiocco di culatello, pancetta piacentina, speck tirolese, lardo, coppa di parma; primi, come il risotto alla zucca, i “pisarei e fasoi”, ravioli di zucca burro e salvia, risotto al radicchio, “marubini” (tortellini) in brodo, lasagne al forno; secondi, tali il controfiletto con rucola, grana e patate, il bollito misto.

Dopo il pranzo si è svolta una visita al Museo del Violino, rimesso a nuovo con un restauro circa 3 anni fà, ed una emozionantissima audizione privata di un violino stradivari, offerta da Barbara Mazzoran, che ha incantato tutti i presenti. Dopo una breve visita all bellissimo duomo cremonese, allievi e docenti del Magnificat sono poi stati accolti (visita offerta da Roberta Agnese) da un liutaio del Consorzio dei Liutai Cremonesi, per una dimostrazione sulle tappe di costruzione degli strumenti. Ripreso il pulmino fino a Gazzada, Varese, attraverso il denso traffico milanese, il piccolo gruppo di musicisiti ha condiviso la cena con parenti e amici venuti a trovarli a Villa Cagnola (http://www.villacagnola.it), dove sarebbero stati allogiati per tutta la tournée curata dall’AAM.

La giornata di sabato 22 settembre è stata tutta dedicata alle prove, svoltesi in parte negli antichi locali di Villa Cagnola, con la visita, alle ore 15, della collezione privata di quadri e porcellane del conte Cagnola, graziosamente offerta da Mons. Eros Monti, direttore della Villa. Il concerto, alle ore 21, era l’ultima manifestazione stagionale del ciclo musicale « Musica in Villa » organizzato ogni anno dal Dott. Angelo Carabelli con l’Associazione “Proloco” di Gazzada Schianno presso Villa Cagnola.

L’AMM e l’Istituto Magnificat, da qualche anno a questa parte, ne sono diventati ospiti fissi. Anche quest’anno, la sala di 200 persone era colma, con molte persone in piedi, tutte venute con entusiasmo ad ascoltare ed incoraggiare le nuove promesse del Magnificat. Il concerto, presentato da Mons. Eros Monti, da P. Alberto Pari e da Véronique Nebel, con musiche di Liszt, Chopin, Telemann, Shostakovich, Kreisler, Seitz, Mozart, Offenbach, Bizet, Verdi, ha visto protagonisti i giovani allievi, accompagnati dai loro docenti, ed ha raccolto un calorosissimo successo di pubblico. Dopo il bis, per festeggiare il 10. anniversario dell’AAM, l’AAM ha offerto un rinfresco festivo a tutti i presenti sotto I portici esterni nel giardino della Villa. Non è mancata una torta per celebrare il 10. anniversario dell’AAM, le cui candelline sono state soffiate nella letizia generale, al suono del canto “Happy birthday AAM”!

Sempre per festeggiare il 10. Anniversario dell’AAM, domenica 23 settembre 2018, i giovani del Magnificat ed i loro docenti hanno animato musicalmente la messa, celebrata da Don Ernesto Ratti, parroco, alle ore 10 a Melide (TI), sede dell’Associazione. Sono stati eseguiti alcuni brani vocali e al violino all’ingresso, alla comunione e al termine della celebrazione. Don Ernesto Ratti, che ha salutato l’iniziativa, ha invitato l’AAM a presentare più approfonditamente le attività dell’Associazione a dicembre, prima del Natale, all’occasione di un concerto e di un rinfresco natalizio. Alla celebrazione – e al concerto pomeridiano presso il Grand Hotel Villa Castagnola – era pure presente Francesco Muratori, della trasmissione “Strada Regina”, con la sua squadra di cameramen e tecnici del suono della televisione della Svizzera italiana; Francesco Muratori ha realizzato diverse interviste per un prossimo servizio sull’Istituto Magnificat e sull’AAM.

Il pranzo domenicale era previsto al ristorante “La Posta” a Morcote (https://www.hotelmorcote.com); complice la temperatura quasi estiva, tutti hanno gustato le specialità locali in riva al lago, sul terrazzo esterno. Alle 14, la comititiva si è recata presso il Grand Hotel Villa Castagnola per le prove. Lì erano presenti pure alcuni allievi di pianoforte e di clarinetto del Conservatorio della Svizzera Italiana (CSI), contributori, come gli anni precedenti, per il concerto luganese. Il concerto era previsto alle ore 16:30, nella splendida cornice della sala del cammino. Prima di iniziare, gli ospiti, numerosissimi, sono stati invitati a guardare il documentario “Magnificat, per grazia ricevuta”, realizzato dall’AAM con l’Istituto Magnificat, al fine di illustrare più concretamente, con immagini, la vita quotidiana della scuola e la sua storia. Il concerto, molto partecipato ed applaudito, con gli stessi brani eseguiti a Villa Cagnola il giorno prima, oltre I brani proposti dal CSI, è stato seguito da un ricco, festoso rinfresco: Tanti ospiti sono rimasti a lungo, alcuni persino sino alle 20:30, tanto era calorosa e conviviale l’atmosfera! Tutte le numerose sale messe a disposizione dal Grand Hotel Villa Castagnola, nonché l’uso del pianoforte, sono stati offerti dallo stesso.

Luca Medici, Direttore della Scuola di Musica del CSI, ed iniziatore della collaborazione con l’AAM, ha proposto a P. Alberto Pari di porsi come obiettivo per il 2019 di fare suonare in commune alcuni brani agli allievi del CSI e del Magnificat, e altre possibili collaborazioni: partecipazione di alcuni allievi e professori del Magnificat alle Masterclass organizzate dal CSI in agosto nelle prealpi ticinesi; partecipazione di allievi del CSI alla Piano e String Competition a Gerusalemme, quando verranno ri-iniziate (attualmente per 2 anni, in attesa di redefinire la formula del concorso, si svolge, invece di una competizione, un “festival”). L’AAM ha indicato di essere pronta a sostenere tutte queste iniziative.

Al termine della serata, il CSI aveva invitato il gruppo del Magnificat al concerto delle 20:30 dell’orchestra sinfonica del CSI presso il LAC, il centro culturale di Lugano. Sfiniti ma felici, allievi e docenti si sono nuovamente tuffati nella musica, prima del rientro a Villa Cagnola. Non senza prendere una importante decisione, fuori programma: l’indomani, lunedì, appena rientrati a Pesaro nelle Marche, dove il 25 settembre, era previsto uno nuovo concerto, sarebbero tutti andati a Fabriano (Marche), a trovare p. Armando Pierucci, fondatore dell’Istituto Magnificat. Così, lunedì 24 settembre, la comitiva fece il lungo viaggio fino a Fabriano, sino al convento di Santa Caterina, dove P. Pierucci vive sin dal suo rientro dalla Terra Santa nel novembre 2014. Per P. Pierucci, che aveva curato i pasticcini per ricevere degnamente i suoi ospiti, fu un momento tanto emoziante, come per gli allievi e i docenti, rivedersi dopo diversi anni. E per l’AAM, una grandissima gioia questo bel epilogo della tournée 2018.

Alcune foto della recente tournée del Magnificat organizzata dal l’AAm:

Tournée nel nord-Italia. Cremona:

Foto dalla Messa a Melide

Villa cagnola: